Trezzano Rosa, 11 aprile 2017 A TUTTI I CLIENTI

Siamo ormai alla consueta scadenza della dichiarazione dei redditi (modello 730/2017 e DR/2017); per avere una buona assistenza e consulenza per l'elaborazione della stessa, é opportuno presentare i seguenti documenti e necessariamente:

Documenti indispensabili per tutti i contribuenti

copia del proprio codice fiscale, del coniuge e/o dei familiari a carico e relativi documenti di identità

copia della dichiarazione Unico/2016 o del modello 730/2016

eventuali deleghe di pagamento degli acconti Irpef (modelli di pagamento F24)

certificazione unica (modello CU)

certificazioni di indennità o delle somme erogate da Enti (INPS, INAIL, Casse edili, ecc.) non segnalate al proprio sostituto d’imposta per il conguaglio

documentazione relativa ad altri redditi posseduti (dividendi su utili, collaborazioni, prestazioni occasionali, ecc.) e documenti relativi a immobili e attività finanziarie detenute all’estero.

Chi possiede fabbricati o terreni

atto di vendita o di acquisto di terreni e/o fabbricati effettuati nel 2016 e nei primi mesi del 2017

visure aggiornate di terreni e fabbricati in caso di variazioni intervenute a seguito di compravendita e denuncia di successione completa di voltura in caso di eredità

contratti di affitto per i locatori che hanno concesso in locazione gli immobili

deleghe di versamento dell’acconto e del saldo IMU (modelli di pagamento F24).

Spese detraibili e deducibili dalla dichiarazione dei redditi

spese sanitarie con prescrizione medica, scontrini farmacia, ricevute per visite specialistiche,acquisto di medicinali e protesi, ricevute per esami di laboratorio, cure mediche dentistiche e omeopatiche, prestazioni di medico generico, ricevute e fatture relative a ricoveri, degenze e interventi chirurgici, ticket per analisi e radiografie, fatture per acquisto di occhiali e lenti da vista, ricevute per apparecchi per l’udito, ricevute di spese per patologie esenti, attrezzature sanitarie, ricevute e fatture per spese sostenute per portatori di handicap, veicoli per portatori di handicap, assistenza sanitaria, spese di acquisto di cani guida, ricevute e fatture per spese mediche rateizzate in anni precedenti

interessi passivi di mutui ipotecari per abitazione principale, interessi passivi su mutui per altri immobili, interessi passivi su mutui per recupero edilizio; è stata introdotta la detraibilità delle spese per canoni di leasing da adibire ad abitazione principale;

spese per interventi di recupero edilizio sostenuti in proprio e interventi finalizzati al risparmio energetico (bonifici, fatture, comunicazione ASL, ecc.) e spese per interventi su involucro edifici, sostituzione impianti di climatizzazione, pannelli solari, spese per sostituzione frigoriferi, congelatori e motori ad elevata efficienza e variatori di velocità:

 detrazione del 50% delle spese relative ad interventi di recupero del patrimonio edilizio;

 detrazione del 50% delle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici;

 detrazione del 65% delle spese relative agli interventi finalizzati al risparmio energetico degliedifici.

assicurazioni sulla vita (contratti ante 01/01/2001) e contro gli infortuni e assicurazioni aventi ad oggetto il rischio di morte, di invalidità permanente (anche in questo caso allegare quietanze e contratto oppure dichiarazione rilasciata dall’assicurazione della detraibilità del premio pagato)

contributi volontari, contributi obbligatori e contributi relativi a personale domestico (colf) e contributi INAIL casalinghe, fondi pensione integrativi

assegni periodici corrisposti al coniuge esclusa la quota di mantenimento per i figli e assegni di mantenimento

spese per attività sportive ragazzi tra i 5 e 18 anni (dichiarazione e quietanza associazione sportiva

ricevute e spese sostenute per gli addetti all’assistenza personale nei casi di non autosufficienza

ricevute di versamento per erogazioni liberali ad associazioni sportive dilettantistiche, per erogazioni a vari enti, istituzioni o associazioni, a partiti politici ed enti religiosi

ricevute per spese veterinarie e per spese sostenute per la frequenza di asili nido, spese funebri per familiari.

ricevute per spese sostenute per l’iscrizione a Università e scuole superiori, pubbliche e private;novità: (circolare 3/E/2016) e per la frequenza della scuola dell’infanzia – primaria e secondaria

è stato istituito il credito d’imposta pari al 65% delle erogazioni liberali effettuate a sostegno della scuola

è stata introdotta la deducibilità, entro il limite del 20% del reddito complessivo delle erogazioni liberali e donazioni a favore di trust

scelta del 2, 5 e 8 per mille.

per ulteriori detrazioni o deduzioni consultare il sito dell’agenzia delle entrate ai rispettivi link di seguito riportati (copiare il link sulla barra di Internet Explorer o Google Chrome o altri motori di ricerca):

  • per la compilazione del modello 730/2017 quadro E: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/N...
  • per la compilazione del modello DR/2017 quadro RP: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsili...
  • L’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei contribuenti la dichiarazione dei redditi (modello 730 precompilato) che potrà essere accettata o modificata dal contribuente entro la data del 2 maggio ed inviata entro il 24 luglio tramite l’applicazione web all’Agenzia delle Entrate. A tale proposito, il contribuente nel momento della consegna dei documenti, deve esprimere la volontà di delegare o non delegare il professionista/CAF abilitato ad accedere alla propria dichiarazione precompilata sottoscrivendo un apposito modulo di delega, allegando la fotocopia del documento di identità non scaduto.

Tasse sulla casa: IUC (IMPOSTA UNICA COMUNALE) che comprende l’IMU (Imposta Municipale Unica) la TASI (TAssa sui Servizi Indivisibili) e la TARI (TAssa sui RIfiuti).

Per l’anno d’imposta 2017 sono state confermate le novità introdotte con la Legge di Stabilità 2016 e quindi la IUC è rimasta sostanzialmente invariata rispetto all'anno precedente.

Si riportano di seguito le novità sostanziali:

1.IMU: immobili concessi in comodato gratuito - è introdotta una sola forma di comodato gratuito con riduzione del 50% della base imponibile. Si tratta di una impostazione molto restrittiva in quanto limita le possibilità del comodato gratuito a pochi casi: si deve essere proprietari di un solo immobile oppure di 2 immobili ma in tal caso uno dei due deve essere necessariamente abitazione principale del proprietario. In più c'è la condizione che l'immobile (o i due immobili) sia presente nello stesso Comune dove si ha la residenza e la dimora abituale. Sono esclusi i comodati per le abitazioni di lusso (Cat, A1, A8 e A9).

Terreni agricoli - esenzione per i terreni nei comuni montani o parzialmente montani (vedi circolare del 06/1993). Sono inoltre completamente esentati i terreni di proprietà e condotti da Coltivatori Diretti e Imprese Agricole Professionali iscritte alla previdenza agricola ed i terreni agricoli nelle isole minori.

2.TASI: eliminata sull'abitazione principale per i proprietari e la quota a carico degli occupanti/inquilini quando per l'inquilino la locazione è abitazione principale. Rimane invece in vigore per le abitazioni principali di lusso (Cat, A/1, A/8 e A/9).

Dunque tutti i proprietari di immobili di lusso ed altri immobili differenti dalla prima abitazione dovranno pagare sia l'IMU che la TASI e continueranno a farlo secondo tempi e modalità ormai note, vale a dire nelle due rate di acconto e saldo di giugno e dicembre e sempre con bollettini postali o compilando il modello F24.

Lo studio provvederà su incarico del cliente al calcolo dell’imposta dovuta.

La dichiarazione IUC dovrà essere presentata entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell'imposta.

Prego gentilmente contattare lo studio (www.studiodambrosio.com) per fissare un appuntamento e consegnare la documentazione.

Rag. Antonio D’Ambrosio